CuriositàQuanto può capire il tuo cucciolo? Scopri di più.

26/08/2018 - 05h

Anche se il tuo cucciolo non capisce le tue parole, certamente identifica il tuo tono di voce e lo si nota solo guardando il suo viso, ma un nuovo studio dell'immagine ha mostrato che il cervello dei cani risponde a parole vere, non solo il tono in cui sono dette. Le parole, che sono i mattoni fondamentali delle lingue umane, si trovano raramente tra le altre specie.

Delfini dal naso a bottiglia e pappagalli dagli occhi verdi emettono suoni che fungono da nomi e gli animali, tra cui polli, cani e alcuni primati, emettono chiamate di allarme che identificano predatori specifici. I cani non producono parole, ma alcuni riconoscono più di 1000 parole umane, comportamento che suggerisce di dare un significato ai suoni umani.

Il nuovo studio, tuttavia, mostra che sono le parole stesse, non il tono con cui vengono pronunciate o il contesto in cui vengono utilizzate, che i cani capiscono.

Per scoprire come i cani elaborano il linguaggio umano, Attila Andics neuroscienziato presso l'Università Eötvös Loránd di Budapest, e colleghi hanno utilizzato gli scanner cerebrali e 13 quattro zampe, cani di famiglia: border collie, golden retriever, pastori tedesco e cinese. I cani sono stati addestrati a stare sullo scanner mentre ascoltavano le registrazioni della voce dell'istruttore.

I cani sentivano parole significative ("ben fatto!" In ungherese) con un tono di adulazione e neutro. Hanno anche sentito parole senza senso ("come se") in un tono di voce neutro o gratuito. Quando gli scienziati hanno esaminato l'immagine cerebrale, hanno visto che, indipendentemente dall'intonazione del trainer, i cani hanno elaborato parole significative nell'emisfero sinistro del cervello, come fanno gli umani.

I cani hanno anche elaborato l'intonazione nell'emisfero destro del cervello. E quando hanno udito parole piacevoli pronunciate in lode, un'altra parte del loro cervello si è illuminato: l'area della ricompensa. Significato e tono si sono migliorati. "Integrano i due tipi di informazioni per interpretare ciò che hanno ascoltato, proprio come abbiamo fatto noi", afferma Andics.

Le nuove scoperte aggiungono alla conoscenza degli scienziati di come il cervello canino elabora il linguaggio umano. I cani hanno aree cerebrali dedicate all'interpretazione delle voci, alla distinzione dei suoni (nell'emisfero sinistro) e all'analisi dei suoni che trasmettono le emozioni (nell'emisfero destro).

Tags
animalicanicapirestudioricercacuccioloparoleumano